Ti porto a giocare...a Santo Stefano di Sessanio-L’Aquila-Abruzzo | Mamma, dove mi porti? Abruzzo e dintorni - Mamma dove mi porti?
Home #TiPortoinAbruzzo Ti porto a giocare…a Santo Stefano di Sessanio-L’Aquila-Abruzzo | Mamma, dove mi porti? Abruzzo e dintorni

Ti porto a giocare…a Santo Stefano di Sessanio-L’Aquila-Abruzzo | Mamma, dove mi porti? Abruzzo e dintorni

written by Donatella Toletti
Ti porto a giocare…a Santo Stefano di Sessanio-L’Aquila-Abruzzo | Mamma, dove mi porti? Abruzzo e dintorni

Una delle cose che ripeto sempre nelle nostre gite fuori porta, quando per motivi di tempo o per qualche imprevisto non riusciamo a fare o vedere tutto quello che volevamo, é “…tanto ci torniamo…”.

Da ottimista l’ho detto anche in viaggio di nozze…in Messico!

Ormai é diventato una sorta di motto, che risulta decisamente più semplice da mantenere nelle destinazioni italiane, in particolare nelle mete abruzzesi, e stavolta sono stata di parola.

E’ passato un anno ma davvero ci siamo tornati in questo splendido paese. Una giornata che minacciava pioggia, tipica dell’estate di quell’anno, ci scoraggiò dall’addentrarci al centro del paese, costringendoci a circumnavigarlo dall’esterno e lasciandoci un senso di incompletezza.

Dovevamo tornare e siamo stati di parola. In un tardo pomeriggio di agosto partiamo alla volta di Santo Stefano di Sessanio, piccolo comune in provincia de L’Aquila, incastonato nel massiccio del Gran Sasso.

Santo Stefano di Sessanio risulta tra i borghi più belli d’Italia, si trova ad un altitudine di 1.251 m.s.l.m., conta 117 abitanti e fa parte del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

 Scorci di Santo Stefano di Sessanio

Porta Medice a Santo Stefano di Sessanio

Porta Medicea – Santo Stefano di Sessanio (Aq)

  Scorci di Santo Stefano di Sessanio

Tutto il borgo è costruito in pietra, in un susseguirsi di salite e discese, vicoli e vie a spirale che aprono scorci suggestivi sui monti circostanti, con passaggi segreti tra le pareti di pietra, dove i bambini si sono divertiti a intrufolarsi, scoprire nuove feritoie e correre sui viali di ciottoli.

Entrare a Santo Stefano di Sessanio significa tornare indietro nel tempo e ritrovarsi nel Medioevo, grazie anche alla fedele opera di ristrutturazione a cura dello svedese Daniel Kihkgren, che negli anni scorsi ha acquistato molte abitazioni abbandonate e le ha ristrutturate rispettando le caratteristiche architettoniche e storiche, dando vita al progetto di albergo diffuso che ha portato nuova linfa turistica al paese.

Scorci di Santo Stefano di Sessanio

Casa del Capitano, Palazzo Rinascimentale e Santo Stefano di Sessanio

Casa del Capitano e Palazzo delle Logge

Scorci di Santo Stefano di Sessanio

Scorci di Santo Stefano di Sessanio

Scorci di Santo Stefano di Sessanio

Il terremoto ha lasciato ferite, ancora ben visibili. La più grave è la perdita della Torre Medicea che dominava il paese. Al suo posto è stata eretta una struttura di metallo che ne lascia intuire la vecchia forma. L’inizio dei lavori di ripristino sono previsti per settembre 2016.

Nonostante tutto, la bellezza del posto risulta intatta.

Passeggiando si incontrano diversi negozi di artigianato locale e attività di ristorazione, compresa una caratteristica tisaneria.

Tra le specialità tipiche di Santo Stefano di Sessanio, la più famosa è sicuramente la lenticchia, apprezzata per le dimensioni e il gusto, che la rende un prodotto di alta qualità, celebrato con una sagra nel mese di settembre.

Particolari di Santo Stefano di Sessanio

La passeggiata, é piaciuta molto a noi adulti, respirare un po’ di aria pulita, ascoltare il silenzio di quelle zone, appagare la vista con il bel panorama.

Anche la mia figlia maggiore si è divertita, le sono piaciuti molto i negozi con gli oggetti realizzati a mano dove lei e la zia hanno acquistato ciondoli e romantici saponi artigianali, un po’ meno il treenne, che era alla ricerca di macchinine e robot in “un paese per le femmine”, come sottolineava lui.

Per attenuare la sua delusione, fondamentale é stato il parco giochi che si trova adiacente alla Scuola Elementare Giacinto Leone, sito all’ingresso del paese, dotato di una struttura con castello, arrampicata, scivolo e palestrina, un’altalena, una giostrina, un’asse di equilibrio oscillante e un cavalluccio a molla. E’ recintato.

I giochi non sono nuovi ma tenuti discretamente bene come la pulizia e il verde.

Da visitare nelle vicinanze, i  bellissimi borghi di Rocca Calascio e Castel del Monte e Castelvecchio Calvisio.

Per raggiungerete Santo Stefano di Sessanio é possibile percorrere l’autostrada A24, uscire a L’Aquila Est e proseguire seguendo le indicazioni, oppure dal versante teramano, si può arrivare passando per Castelli, attraversare Fonte Vetica e Campo Imperatore, meglio conosciuto come Tibet d’Europa, alle pendici del Gran Sasso d’Italia.

Noi questa strada l’abbiamo fatta a ritorno, al tramonto, ecco quello che abbiamo visto, ma questo é un altro post e ve lo racconto la prossima volta…

Fonte Vetica al tramonto vicino Santo Stefano di Sessanio

Per ulteriori info su Santo Stefano di Sessanio potete consultare il sito ufficiale del comune.

 

Se il post dedicato a Santo Stefano di Sessanio vi è piaciuto e pensate che possa essere utile anche ad altre famiglie con bambini, condividetelo!

**************

Se vi fa piacere ricevere via mail i post di Mamma dove mi porti? iscrivetevi al blog nella sezione ISCRIVITI QUI, è sufficiente lasciare il vostro indirizzo email e confermare nel messaggio che riceverete.

Seguitemi anche su

FacebookInstagramTwitter

Per informazioni, collaborazioni e curiosità scrivetemi pure: 

donatellatoletti@virgilio.it

Altre info:

Chi sono

4 comments 33 condivisioni

Potrebbero interessarti anche

4 comments

Mammaincitta Giugno 8, 2016 - 19:49

Sono appena tornata da 5 giorni trascorsi in Abruzzo con la mia famiglia e questo è uno dei luoghi che ci è piaciuto di più! Ha un “sapore magico”! 🙂

Reply
Donatella Toletti Giugno 8, 2016 - 20:19

Grazie, sì è vero! Viene voglia di tornarci…😊

Reply
Eventi per famiglie weekend 24 – 26 giugno 2016 | Mamma dove mi porti? Abruzzo e dintorni – Mamma dove mi porti? Abruzzo e dintorni Giugno 24, 2016 - 14:41

[…] Info: Ti porto a giocare…a Santo Stefano di Sessanio-L’Aquila-Abruzzo | Mamma, dove mi porti? Abruzzo … […]

Reply
#TiPortoinAbruzzo aree attrezzate e luoghi adatti a famiglie con bambini |Mamma dove mi porti? Abruzzo e dintorni – Mamma dove mi porti? Abruzzo e dintorni Agosto 1, 2016 - 03:42

[…] Ti porto a giocare…a Santo Stefano di Sessanio-L’Aquila-Abruzzo | Mamma, dove mi porti? Abruzzo … […]

Reply

Leave a Comment

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici (durata:6 mesi) per migliorare la tua esperienza di navigazione. <a href="https://www.wikihow.it/Disattivare-i-Cookie" target="_blank">Clicca qui</a> per scoprire come disabilitare i cookie nel tuo browser. Oppure <a href="https://www.wikihow.it/Cancellare-i-Cookie-del-tuo-Browser-Internet" target="_blank">clicca qui </a>se vuoi sapere come cancellare i cookie dal tuo browser. Tieni presente che se disabiliti i cookie alcuni contenuti potrebbero non essere visualizzati corretamente (es. mappe di google, video, ecc.). Se vuoi saperne di più o se vuoi modificare il tuo consenso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Cliccando su "Accetto" acconsenti all'istallazione dei cookie. Leggi la policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi