Abruzzo forte e gentile il gioco da tavolo dedicato all'Abruzzo - Mamma dove mi porti?
Home Eventi per famiglie Abruzzo forte e gentile il gioco da tavolo dedicato all’Abruzzo

Abruzzo forte e gentile il gioco da tavolo dedicato all’Abruzzo

written by Donatella Toletti
Abruzzo forte e gentile il gioco da tavolo dedicato all’Abruzzo

 

Abruzzo forte e gentile il gioco da tavolo dedicato all’Abruzzo

Quando avete mangiato gli arrosticini l’ultima volta?

Non lo voglio sapere io, serve solo per iniziare a giocare ad Abruzzo forte e gentile, il gioco da tavolo dedicato alla nostra bella regione.

Liberamente ispirato al Monopoli, è il gioco che ci farà compagnia nei prossimi, lunghi mesi invernali e durante le festività natalizie.

Tante curiosità, tanti luoghi simbolo dell’Abruzzo, tanti itinerari per scoprire angoli nascosti e mete da non perdere della Regione Verde d’Europa.

Abruzzo forte e gentile il gioco da tavolo dedicato all’Abruzzo

Come per lo storico gioco, che ha visto crescere intere generazioni, Abruzzo forte e gentile, accompagnerà grandi e piccini in un avvincente gara di gruppo, a colpi di lancio di dadi.

Abruzzo il gioco che cos’è

Nasce da un’idea di Salvatore Romano, quasi una scommessa la sua, in cui ha creduto immediatamente.

Forte delle sue pregresse esperienze, ha capito subito che sarebbe stato un gioco di successo e ha messo in moto la macchina organizzativa che sta portando il gioco nelle nostre case.

Abruzzo il gioco è un gioco di società in cui bisogna diventare la persona più ricca al mondo, anzi in Abruzzo, accumulando la maggior quantità di soldi, terreni e investimenti.

Le famose Vie e Piazze sono state sostituite con i nomi dei luoghi iconici dell’Abruzzo.

Sono presenti i quattro capoluoghi di provincia abruzzesi con alcune delle località più caratteristiche.

Contenuto della scatola Abruzzo il Gioco

La scatola contiene: 1 Tabellone, 6 Pedine, 22 Carte Terreno, 4 Carte Attività, 2 Carte Cultura e Società, 33 Carte ‘ccia sande, 33 Carte scin ca scin, 280 banconote in quattro tagli diversi, 44 Cubetti investimento, 2 Dadi, 1 Regolamento.

Regolamento Abruzzo il gioco

Possono giocare da 2 a 6 partecipanti, dedicato ai bambini dagli 8 anni in su, è possibile scegliere la partita da 60 o da 90 minuti.

Aprite il tabellone e sistemate le carte Scin ca scin e ‘ccia Sande a faccia in giù, negli appositi spazi, come ho fatto io, nella foto sotto.

Scegliete la vostra pedina colorata e posizionatela sulla casella iniziale Il Cammino d’Abruzzo, da cui si partirà.

Nel Regolamento all’interno della scatola, troverete una tabella in cui è riportato il capitale iniziale che vi spetta, in banconote e terreni, per iniziare il gioco, che varia in base al numero dei partecipanti.

Le quattro province sono riportate su ogni lato del tabellone e ognuna ha una carta corrispondente, intervallate da caselle dedicate ad attività o personaggi di spicco abruzzesi: ‘Nduccio, L’Abruzzese fuori sede, la Contea Gentile, Il Bosso e tanti altri.

Troverete le Caselle Speciali dedicate a Il Cammino d’Abruzzo, Rocca Calascio, Costa dei Trabocchi, Lago di Scanno, Sulmona vs. Ortona, Teramo vs. Penne.

Si comincia a giocare

La persona che più di recente ha mangiato le rustelle può iniziare per prima.

In caso di parità, inizia chi ne ha mangiati di più, e, se non avete mangiato le rustelle da un po’, mettete da parte il gioco, fate una “sbraciata” e poi giocate.

Si parte dalla casella Il Cammino d’Abruzzo, a turno lanciate i dadi e iniziate a muovervi sul tabellone.

Proprio come nello storico gioco, se vi fermate su una casella Terreno/Attività o Cultura e società non controllata da altre persone, potete acquistarla, in caso contrario verrà messa all’asta.

Se arrivate su una casella Terreno/Attività o Cultura e Società di un’altra persona, dovete pagare l’affitto della stessa e se sono stati realizzati investimenti sulla proprietà, l’affitto sarà più salato.

Chi vince?

La partita si conclude a seconda delle modalità di gioco che avete scelto.

Se avete scelto la modalità a tempo, allo scadere del tempo prestabilito, 60 o 90 minuti, si completa il giro finale e poi si procede alla conta del proprio patrimonio.

A vincere sarà la persona più ricca di Abruzzo forte e gentile.

Se non avete fretta e non avete scelto la modalità a tempo, il gioco si conclude quando fallisce la penultima persona in gioco, lasciandone solo una a controllare l’intero territorio abruzzese.

Le carte Scin ca scin e ‘ccia Sande

Se finite su una casella Scin ca scin e ‘ccia Sande, pescate immediatamente una carta dal mazzo corrispondente , leggetela ad alta voce e seguite le istruzioni.

Ogni carta riporta un’attività abruzzese che da indicazioni da seguire per proseguire il gioco.

Su moltissime di queste carte, troverete delle bandierine colorate in alto che simboleggiano gli itinerari consigliati.

Rappresentano una piccola guida, suddivisa in quattro percorsi di alcune delle numerose esperienze da fare in Abruzzo: Enograstronomico, Cose da fare, Shopping e Servizi.

Potrete scoprirle tutte e andare a cercare sul web o di persona i vari partner che hanno aderito al progetto, che saranno felci di accogliervi e raccontarvi il loro Abruzzo, magari giocando insieme.

Ci sono anch’io

Tra le varie carte di ‘ccia Sande ce n’è una dedicata a Mamma dove mi porti? che suggerisce cosa fare con i bambini in Abruzzo.

Riporto testualmente il contenuto: “Hai due bambini che ‘Pe’ piacire, ‘n ce faceme arcunosce’. Così, per non sbagliare, vai sul sito di mammadovemiporti e scegli tra i tantissimi itinerari e locali per famiglie. Spostati avanti di 10 caselle e vedi dove ti porta.”

Scopo del gioco

Lo scopo principale di Abruzzo forte e gentile, è, dunque, accumulare ricchezza ma, nello stesso tempo, sarà un modo per scoprire paesi e attività di cui avevate sentito parlare o ignoravate l’esistenza.

Potrete programmare gite fuori porta, in famiglia, con amici e parenti, uscite alla scoperta delle meraviglie che solo il nostro amato Abruzzo sa donarci, tra mare, montagna e borghi storici.

Dove si può trovare

Se anche voi desiderate avere una copia di Abruzzo forte e gentile, contattatemi al numero 328 1415897.

Ringrazio Salvatore Romano che mi ha invitata a partecipare all’iniziativa, a cui ho aderito, ovviamente, con entusiasmo.

Ci siamo incontrati pochi giorni fa, in modo un po’ rocambolesco, almeno per me: avvincente proprio come una partita di Abruzzo il gioco.

Un’ottima idea regalo per Natale e non solo.

123 Natale il Calendario dell’Avvento su Instagram

Chi mi segue su Instagram sa che da tre anni ormai, partecipo ad un Calendario dell’Avvento molto particolare.

Dal 1° dicembre ogni giorno apriamo virtualmente una casellina del Calendario di 123 Natale, ideato da Verdiecontenti che lo ha lanciato nel 2020.

Siamo un gruppo di Natalers con interessi e attività diverse, che nel periodo natalizio si incontrano e mettono a disposizione il proprio tempo e le proprie passioni, per condividere 22 giorni di attesa in buona compagnia.

C’è chi insegna una ricetta, chi propone un libro, chi una guida di viaggi, io ho scelto di far conoscere Abruzzo Forte e Gentile.

Il giorno 6 dicembre è il mio turno di aprire la casellina del Calendario dell’Avvento, seguitemi su Instagram!

Abruzzo forte e gentile il gioco dedicato all'Abruzzo

Tabellone Abruzzo Forte e Gentile

La carta dedicata a Mamma dove mi porti di Abruzzo forte e gentile il gioco

 

Se il post Abruzzo forte e gentile il gioco dedicato all’Abruzzo è piaciuto condividetelo!

**************

Per diventare Partner del sito cliccate qui del sito contattatemi al numero 3281415897 oppure inviate una mail a contatti@mammadovemiporti.it

*****************

Se vi fa piacere ricevere via mail i post di Mamma dove mi porti? iscrivetevi al blog nella sezione ISCRIVITI QUI, è sufficiente lasciare il vostro indirizzo email e confermare nel messaggio che riceverete.

Seguitemi anche su

FacebookInstagramTwitter

Per informazioni, collaborazioni e curiosità scrivetemi pure: 

contatti@mammadovemiporti.it

Altre info:

Chi sono

 

0 comment

Potrebbero interessarti anche

Leave a Comment