15 ottobre: Giornata della consapevolezza del Lutto Perinatale - Mamma dove mi porti?
Home Ti racconto 15 ottobre: Giornata della consapevolezza del Lutto Perinatale

15 ottobre: Giornata della consapevolezza del Lutto Perinatale

written by Donatella Toletti
15 ottobre: Giornata della consapevolezza del Lutto Perinatale

 

15 ottobre: Giornata della consapevolezza del Lutto Perinatale

Il dolore di quel giorno di aprile lo ricordo nitidamente, non erano i soliti dolori del ciclo, erano dolori che sferzavano, che bloccavano il respiro, che, piegata in due, non riuscivo a contenere, da sola, sul divano.

E se con il primo, qualche anno addietro, non ebbi il tempo di rendermi conto, con il secondo, avevo la consapevolezza di ciò che stava accadendo.

Ricordo il senso di impotenza e la domanda che rimbombava nella mia testa: “Perché?”.

Spesso non c’è un “perché” ma abbiamo bisogno di saperlo, specie quando ti dicono: “Vabbè dai eri proprio all’inizio…8 settimane!”

E allora?

Quello era il mio bambino, anche se non lo avevo sentito muoversi e ancora non lo vedevo in un monitor.

Al medico che all’epoca, dopo il mio aborto spontaneo, avrebbe voluto fare un inutile raschiamento, parlando del mio utero come di un “lavandino sporco a cui dare un bel colpo di spugna”, vorrei dire che se lo avessi ascoltato, oggi non avrei mia figlia.

Evidentemente era lei che doveva nascere, il fratellino o la sorellina che l’ha preceduta, ha semplicemente scelto di lasciarle il posto, e 14 giorni dopo è stata concepita.

Credo non esistano parole consolatorie perché sono attimi di vita che rimangono sospesi, e se all’inizio rimangono attaccati con maggiore insistenza, poi, lentamente, iniziano a scivolare dalla testa alle spalle, dalle braccia al petto.

Si fermano un istante al cuore e lì se ne fissa uno, per il resto della vita.

Gli altri proseguono nella discesa, passando per la pancia, le gambe, fino ai piedi.

E se all’inizio era un pensiero fisso, man mano che scivolano, capisci che la vita va avanti.

Quella voragine nera che ti stava risucchiando, inizia a restringersi, fino a diventare un puntino nero, è quello l’attimo fissato sul cuore.

Ho sempre sminuito il dolore di quei giorni, pensando a chi ha vissuto situazioni peggiori delle mie ma il pensiero di “come sarebbe…”, “oggi avrebbe…” non mi ha mai abbandonata.

Guardo i miei figli e penso che dovevano essere loro i miei bambini, quelli da crescere.

15 ottobre – Giornata mondiale della consapevolezza del lutto perinatale

*******************

Per conoscere altre storie leggete la sezione Ti racconto

*********************

Se il post dedicato alla Giornata della consapevolezza del Lutto perinatale, vi è piaciuto potreste condividerlo!

**************

Se vi fa piacere ricevere via mail i post di Mamma dove mi porti? iscrivetevi al blog nella sezione ISCRIVITI QUI, è sufficiente lasciare il vostro indirizzo email e confermare nel messaggio che riceverete.

Seguitemi anche su

FacebookInstagramTwitter 

Per informazioni, collaborazioni e curiosità scrivetemi pure: 

contatti@mammadovemiporti.it

Altre info:

Chi sono

 

0 comment

Potrebbero interessarti anche

Leave a Comment

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici (durata:6 mesi) per migliorare la tua esperienza di navigazione. <a href="https://www.wikihow.it/Disattivare-i-Cookie" target="_blank">Clicca qui</a> per scoprire come disabilitare i cookie nel tuo browser. Oppure <a href="https://www.wikihow.it/Cancellare-i-Cookie-del-tuo-Browser-Internet" target="_blank">clicca qui </a>se vuoi sapere come cancellare i cookie dal tuo browser. Tieni presente che se disabiliti i cookie alcuni contenuti potrebbero non essere visualizzati corretamente (es. mappe di google, video, ecc.). Se vuoi saperne di più o se vuoi modificare il tuo consenso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Cliccando su "Accetto" acconsenti all'istallazione dei cookie. Leggi la policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi